Sport
Calcio Serie D
Mantova sconfitto anche dal Cjarlins Muzane
pubblicato il 10 settembre 2017 alle ore 04:07
immagine
Mantova sconfitto anche dal Cjarlins Muzane

Lignano Sabbiadoro (Ud) Nell’incantevole impianto di Lignano Sabbiadoro, con parco divertimenti acquatico confinante, non si diverte affatto il Mantova battuto meritatamente dal Cjarlins Muzane. E’ il secondo ko consecutivo per i biancorossi, ancora a secco di punti. Ma c’è sconfitta e sconfitta. Quella di ieri, a differenza dell’1-2 con la Vecomp, ha generato parecchio malumore.. Il Mantova, schierato da Cioffi con un inedito 4-3-1-2 (terzo modulo diverso in 4 gare ufficiali) e con i debuttanti Palma e Pernigotti subito titolari, ha sofferto dall’inizio la (peraltro non irresistibile) spinta dei friulani. Un gioco confuso, quello espresso dai biancorossi, apparsi lontani parenti dalla squadra spumeggiante vista in Coppa e nella prima mezz’ora con la Vecomp. I perchè di questo inatteso passo indietro andranno analizzati da mister Cioffi in settimana.
Scendiamo in cronaca. Cioffi sorprende tutti facendo debuttare dall’inizio Palma e Pernigotti, e rilanciando il recuperato Debeljuh. I biancorossi sono disposti con 4-3-1-2. Suriano, Felici e Speziale gli esclusi eccellenti. Inizio tambureggiante del Cjarlins che va vicino al gol con Smrtnik al 5’ e Fabbro all’8’. Poi il Mantova prende pian piano le misure e placa i bollenti spiriti dei friulani. Fino al 25’, quando Episcopo spara clamorosamente alto a un passo dalla porta sguarnita. Lo stesso Episcopo rimedia poco dopo un’ammonizione (eccessiva) per simulazione in area dopo una spallata ricevuta da Santoni. Non è un gran Mantova: zero pericoli per il portiere friulano e palese difficoltà a impostare la manovra, mentre il cielo sopra Lignano minacciosamente si oscura. Il primo tempo si conclude con uno 0-0 che più scialbo non si può, almeno per i nostri.
Cioffi corre ai ripari e a inizio ripresa inserisce Saccavino e Suriano per Palma e Pernigotti. Ma a passare è il Cjarlins al 50’ con un colpo di testa in beata solitudine di Dukic su cross dalla sinistra. Cioffi si gioca allora le carte Riccò e Speziale, ma non c’è verso di invertire la rotta. Ci prova Saccavino al 62’ con un tiro da fuori area ma il portiere respinge. Entra pure Ventola (privo, chissà perchè,  del numero sulla maglietta). Il finale è tutto per Lombardo, che per due volte evita il raddoppio del Cjarlins. Quando non ci arriva il portiere, ci pensa il guardalinee ad annullare il 2-0 (a Roveretto) per fuorigioco. Ma nessuno può fermare Busetto, che al 92’ batte a sorpresa una punizione dai 30 metri e sorprende Lombardo. Due a zero. Brutta serata, brutto Mantova. Da dimenticare in fretta.

CJARLINS MUZANE-MANTOVA 2-0

RETI 50' Dukic, 92' Busetto

CJARLINS MUZANE: Vidizzoni, Zuliani, Geromin, Spetic, Piscopo, Dukic, Leonarduzzi (68’ Piccolotto), Busetto, Fabbro (87’ Roveretto), Episcopo (61’ Migliorini), Smrtnik. A diisposizione: Calligaro, Cudini, Francescutti, Dussi, Moras, Del Piccolo  All.: Luca Lugnan.

MANTOVA: Lombardo, Eddy, Conti, Ferraro, Ricci (55’ Speziale), Santoni (70’ Ventola), Palma (47’ Suriano), Baldinini, Pernigotti (47’ Saccavino), Debeljuh, Carrasco (55’ Riccò). A disposizione: Sternieri, Moi, Felici, Crisci. All.: Renato Cioffi

ARBITRO: Braghini di Bolzano

NOTE: ammoniti Ricci, Eddy, Episcopo, Zuliani. Calci d’angolo 6-5. Recupero 1’ + 6’

Redazione Sport
Commenti