Sport
Calcio Eccellenza
Governolo, trasferta ostica nella tana del Brusaporto
Mister Bresciani deve fare a meno di Berta, in dubbio Mariani. Turno di riposo per la Castellana
pubblicato il 9 settembre 2017 alle ore 21:03
immagine
Badalotti

Mantova  Inizio col botto per la Governolese, al primo appuntamento di campionato con  Marco Bresciani in panchina. I Pirati oggi vanno in trasferta a Brusaporto, contro una delle formazioni candidate a vincere il campionato. Subito un banco di prova molto attendibile, riguardo la forza dei rossoblù, parsi comunque in costante crescita negli impegni di Coppa Italia. «Una partita difficilissima - spiega il tecnico governolese - mister Mignani non lo conosco benissimo, ma so come giocano le sue squadre. Mi aspetto una partita intensa e complessa sotto tutti i punti di vista. Noi dobbiamo essere bravi a mettere in campo tutto quello che abbiamo. Poi è chiaro, possono succedere gli episodi, a favore o a sfavore, ma noi sappiamo qual è la nostra missione e affronteremo nel migliore dei modi questa compagine, tra le più temibili del nostro girone». 
Ci si aspetta anche una migliore gestione del match, a differenza di quanto successo nell’ultimo impegno di Coppa: «Abbiamo gettato via una vittoria, è vero, ma col lavoro costante riusciremo anche a colmare le nostre lacune. Nel frattempo, vediamo di uscire dal match con una prestazione positiva e magari qualche punto». Per quanto concerne la formazione, il tecnico mischia le carte, ma sarebbe orientato a proporre il 3-5-2, modulo di base che potrebbe variare, in caso di necessità, nel 4-4-2. Fuori causa l’attaccante  Berta,  che non dovrebbe fare parte nemmeno del referto di gara. Ci sarà tra i 18 invece il difensore  Mariani, che è addirittura in ballottaggio (con  Esposito) per una maglia da titolare tra i tre titolari della retroguardia. Qualora scendesse in campo, l’ex capitano della Castellana, giocherebbe con un tutore. A centrocampo il nucleo di mezzo potrebbe essere costituito da  Chiarini, Pini a supporto di  Micheloni, con  Tonini e  Bianchetti larghi, con il compito di ripiegare in fase difensiva e di occupare gli spazi esterni in fase offensiva.
In attacco, data per scontata l’assenza di Berta, ancora non disponibile, spazio a  Ghirardi in coppia con il centravanti  Badalotti.
Niente esordio oggi per la Castellana: essendo stata accoppiata dal calendario alla Romanese, ripescata in extremis in serie D, la compagine di  Francesco Vincenzi osserverà un turno di riposo e farà da spettatrice, con programma di allenamenti rivoluzionato in extremis. La compagine goffredese entrerà in azione dalla seconda giornata di campionato, dunque.

Redazione Sport
Commenti