Sport
Tennis - Il torneo della Canottieri Mincio
Italiani Under 16, via alle semifinali
pubblicato il 8 settembre 2017 alle ore 22:13
immagine
Italiani Under 16, via alle semifinali

Mantova  I quattro moschettieri che scendono in campo oggi, alla Canottieri Mincio, nella penultima giornata dei Campionati Italiani Under 16 sono Giulio Zeppieri (2.4 tds n°1), Jannik Sinner (2.4 tds n°5), Lorenzo Rottoli (2.5 tds n°6) e Giacomo Dambrosi. Prima nemici, poi compagni nel doppio, Zeppieri e Sinner si affrontano questa mattina per il palcoscenico della finale. C’è da sperare che il bolzanino non sia condizionato dal mal di schiena (ieri ha chiesto l'intervento medico), anche se sembra che le mani fatate di Francesca Pavesi lo abbiano rimesso a nuovo. Nel match parallelo, Rottoli deve vedersela con Dambrosi. Nel pomeriggio, dalle ore 15 in contemporanea, le semifinali di doppio: Zeppieri-Sinner contro Cobolli-Rottoli e Moroni-Dambrosi contro Forlanetto-Vianello.
Ieri sono uscite dal torneo la seconda e la terza testa di serie, ma non possiamo dire che siano state sorprese. I ragazzi hanno classifiche uguali o molto vicine, per cui basta una giornata storta ed ecco che il 2.5 può perdere dal 2.7. E di giornata storta ne sa qualcosa il n°2 del seeding, Emiliano Maggioli, sconfitto dal gigante Dambrosi che ha nel diritto e nella battuta due armi devastanti e che ieri è stato aiutato da parecchi errori non forzati dell’avversario. Nel match “parallelo”, il successo di Lorenzo Rottoli (n°6) in due tiratissimi set sul n°3 Marco Furlanetto è più che meritato e assume ancora maggiore importanza visto che il comasco è nato nel 2002.
Pur non giocando al meglio, come ha confessato a fine incontro, il n°1 Giulio Zepperi (2.4) si è liberato con una certa disinvoltura del 2.6 Sebastian Brzezinski. Mentre Sinner ha chiuso con un perentorio 6/3 6/0 una partita che si pensava più equilibrata contro il n°4  Michele Vianello. Il bolzanino ha un gioco d’anticipo che non abbiamo visto da nessuno altro under 16, entra in campo su ogni palla con un’esplosività di braccio incredibile visto il fisico longilineo.
Da ieri ci sono gli arbitri di sedia, il lodigiano Davide Salvi e il mantovano Adriano Cattaneo, un aiuto sia per i giocatori, peraltro correttissimi, che per il pubblico che può seguire meglio l’andamento dei match. In tribuna il vice presidente della Fit Gianni Milan, Gian Carlo Palumbo, direttore organizzativo del centro tecnico di Tirrenia, l’apice del settore nazionale, e Stefano Pescosolido che, oltre ad essere il tecnico responsabile della Lombardia, è anche responsabile degli under 16 e capitano della nazionale che si è qualificata per le finali mondiali in programma prossimamente a Budapest. Nei giorni scorsi si era visto  il prof Pino Carnovale, responsabile nazionale della formazione dei preparatori atletici della Federtennis. Anche Supertennis, la televisione monotematica che trasmette tennis 24 ore su 24 sul canale 64, era presente per un servizio.  

Redazione Sport
Commenti