Cronaca
Restrizioni scoraggianti
Mantova Pride, i commercianti minacciano la serrata
pubblicato il 13 giugno 2018 alle ore 11:10
immagine
Mantova Pride, i commercianti minacciano la serrata

 Mantova  Si prevede bassa pressione per la giornata del Gay Pride mantovano. Dopo mesi di un’attenta, educata e rispettosa campagna stampa di avvicinamento alla data designata, quella di sabato per intenderci, arriva il raschio sulla lavagna, servito da un comunicato stampa della Confcommercio mantovana: “Mantova Pride, via i tavolini dalla strada. Danno per gli esercenti: da opportunità a situazione penalizzante”. “In occasione del Mantova Pride - continua la nota - a garanzia della sicurezza pubblica e in esecuzione dell’ordinanza prefettizia, è stata disposta la rimozione dalle ore 13 e fino al passaggio della parata, di tutti i plateatici di bar e ristoranti che si trovano lungo il percorso”. Interessati dal provvedimento saranno gli esercenti di piazza Sordello, piazza Marconi, corso Umberto, via Grazioli e via Acerbi (i dehors sotto i portici potranno rimanere). Una notizia altamente deleteria per tutti gli esercizi commerciali interessati, ancor più se si pensa, come raccontavano ieri in piazza Marconi, che interesserà la giornata di sabato, momento sempre proficuo per controbilanciare una settimana di magri incassi. “Prendiamo atto di questa disposizione, che purtroppo andrà a ledere gli interessi delle attività coinvolte, soprattutto in un giorno in cui si prevede una grande affluenza – afferma il presidente cittadino di Confcommercio  Stefano Gola –.  Le misure restrittive adottate anche a seguito degli eventi drammatici di Torino rischiano di trasformare questo evento a carattere nazionale da opportunità a situazione penalizzante, tant’è che alcuni esercenti stanno pensando di chiudere l’attività”. Dall’idillio, alla possibilità di una concreta e visibile protesta che potrebbe ledere l’immagine di questa tanto voluta manifestazione.  “Apprezziamo - continua -  l’iniziativa del Comune di attivare un servizio di bus navetta gratuito che collegherà il Boma a piazza Sordello: con questo collegamento ci sarà una comoda alternativa per arrivare in città”.

Alessio Tarpini
Commenti