Sport
Calcio: Prima Categoria
Castiglione pari in Coppa: serve il sorteggio
Lo 0-0 con la Castenedolese rimanda il verdetto: qualificazione affidata alla sorte
pubblicato il 7 settembre 2017 alle ore 17:17
immagine
Mattia Altobelli

Castiglione Una serata ideale, quella di ieri, per una partita di calcio. Un prologo piacevole ed una luna rossa che spicca su un cielo stellato che fa da sfondo all’incontro. 
Partenza al fulmicotone per la squadra bresciana: il Castiglione prende le misure fin dalle prime battute e le punte cominciano a spaventare la difesa della Castenedolese. Fra tutti, Mattei sembra nelle condizioni di poter fare qualcosa di speciale, ma gli altri non sono da meno. I primi 10’ vedono gli attaccanti mantovani in grande spolvero, ma la porta avversaria resta incolume ed è un peccato vedere sciupare tanto sforzo. I bresciani, da par loro, rispondono in contropiede con palle lunghe e a volte con tagli laterali, ma anche loro non vedono la porta. Mister Russo fa un cambio tattico al 25’ facendo uscire Cassini ed esordire Cioffi, appena arrivato in squadra. Si alternano azioni da parte a parte: quelle bresciane di forza, con un Renica dinamico, ma ben chiuso dalla difesa guidata da un Rossini ispirato; quelle mantovane di manovra con cambi di gioco ad agevolare ora Mattei, ora Pasinelli; Altobelli è in quasi tutte le ripartenze e combina anche con i laterali. Al 44’ azione combinata con Venturi e tiro finale di Fusari che bacia la traversa. Al 45’ Venturi si crea un varco sulla sinistra, lasciando di stucco gli avversari, entra in area, tira, ma la palla rasenta il palo e si perde sulla pista di atletica.
Il primo tempo, ai punti, va al Castiglione, che in una partita non ad alti ritmi vanta più azioni pericolose, seppur infruttuose. La ripresa comincia con un teatrino che vede l’arbitro correre a chiamare la squadra bresciana attardata nello spogliatoi, mentre i mantovani e lo stesso arbitro sono schierati in campo. Ma resta lo stesso copione del primo tempo, con la variante che le azioni pericolose del Castiglione si triplicano e un Mattei scatenato scalda più volte le mani di un ottimo Moretti (Castenedolese); lo stesso si ripete su Pasinelli, lanciato a rete da Altobelli, che inizia quasi sempre le azioni che portano alle scorrerie degli attacchi del Castiglione. Tra cambi e interruzioni varie, si arriva all’ ultimo minuto con un sussulto per un contropiede della Castenedolese, che porta Renica davanti alla porta di Trilli. L’arbitro fischia, non la fine, ma su se stesso perché colpito da crampi. Lo 0-0 è il giusto epilogo per una partita non eccitante, ma il sorteggio per favorire una delle due squadre non fa parte dello sport che piace.

Redazione Sport
Commenti