Provincia
Suzzara, la donna non lo ha denunciato
Presa a botte dal marito, 20enne incinta finisce in ospedale
pubblicato il 29 agosto 2017 alle ore 20:46
immagine
Presa a botte dal marito, 20enne incinta finisce in ospedale

Suzzara Incinta, finisce all’ospedale dopo le botte ricevute dal compagno. Ancora un caso di violenza su una donna perpetrata all’interno delle quattro mura domestiche. L’ultimo episodio in tal senso è occorso ieri mattina all’alba in un’abitazione di via Ippolito Nievo a Suzzara. Vittima dell’aggressione una 20enne di origine africana, percossa dal marito. Erano circa le 6,20 quando, per cause al momento ancora in corso d’accertamento, è partita una chiamata di aiuto alle forze dell’ordine. A lanciare l’allarme alcuni vicini di casa della coppia preoccupati dalle insistenti grida che provenivano dall’interno dell’appartamento. Sul posto è stata fatta convergere immediatamente una pattuglia dei carabinieri di Mantova e un’ambulanza di Soccorso Azzurro. I sanitari del 118 dopo averle prestato i primi soccorsi in loco hanno provveduto a trasportarla all’ospedale Montecchi di Suzzara  (in foto) dove, considerata anche la gravidanza, resterà alcuni giorni in osservazione. Per lei solo alcune lievi ferite ed escoriazioni ma l’apprensione più grande era tutta per il nascituro portato in grembo. Ancora da valutare gli esatti motivi che hanno scatenato la furia dell’uomo. Tra le ipotesi più probabili un litigio legato a futili motivi magari legati all’ambito familiare o lavorativo e aggravati verosimilmente dall’abuso di alcol dell’uomo. Una bieca violenza che però sembra non voler essere sanzionata. Al momento, infatti, si deve registrare l’intenzione della 20enne di non sporgere denuncia nei confronti del marito. Visto anche la prognosi inferiore ai 21 giorni, termine oltre il cui scatta la denuncia d’ufficio, se la donna non dovesse cambiare idea in merito per il compagno non ci saranno conseguenze giuridiche. Nessun pericolo fortunatamente di perdere il bambino portato in grembo. (l.n.)

Commenti