Provincia
A Sustinente fiamme in una ex impresa edile
Ancora incendi in provincia, si teme la mano di un piromane
pubblicato il 24 agosto 2017 alle ore 20:31
immagine
Ancora incendi in provincia, si teme la mano di un piromane

Sustinente Troppi incendi in un arco di tempo brevissimo per pensare che si tratti solo di coincidenze e casi fortuiti: la cronaca di questi giorni nella nostra provincia ci ha restituito le immagini delle fiamme che hanno causato danni comunque significativi nella zona di Moglia - ben tre gli episodi nel giro di appena una settimana - cui ieri si sono aggiunti Sustinente e Barbasso con altrettanti incendi che hanno richiesto l’intervento tempestivo dei vigili del fuoco al fine di scongiurare danni ulteriori. Il primo episodio della giornata di ieri si è verificato attorno alle 14 nella zona artigianale di Sustinente dove un incendio è divampato nel cortile di un capannone che ospitava le attrezzature di una impresa edile non più attiva sul territorio: per cause che sono ancora al vaglio dei Vigili del Fuoco di Mantova, intervenuti sul posto con due squadre, le fiamme si sono sviluppate da una catasta di assi di legno e si sono immediatamente propagate ad alcuni pannelli isolanti in materiale plastico che hanno cominciato a bruciare furiosamente; non solo, ed è questo l’aspetto che preoccupa maggiormente, i vigili si sono dovuti dividere tra due distinti focolai, posti comunque a breve distanza l’uno dall’altro e questa circostanza fa temere che non si sia trattato di un incendio accidentale bensì dell’azione di un piromane anche se, ovviamente, tutto resta ancora nel campo delle ipotesi. I carabinieri di Sustinente sono stati informati dell’accaduto e quindi la vicenda sarà oggetto di indagine nei prossimi giorni. In ogni caso danni contenuti e nessun problema anche per alcuni polli che erano ricoverati all’interno dell’area del’ex impresa edile che non hanno riportato conseguenze a causa dell’incendio, spento dopo un intervento durato all’incirca due ore. (n.a.)

Commenti
Lumoli148 giorni fa
E a Barbasso cosa é successo?