Provincia
Lo stabile ritorna all'antico splendore
La sede del Tiro a Segno di Revere si rifà il look
pubblicato il 18 agosto 2017 alle ore 20:41
immagine
La sede risale al 1882

Revere  Nuova vita per la storica sede della società Tiro a Segno di Revere. Si stanno ultimando in questi giorni, infatti, i lavori di recupero dell’edifico di via Foscolo, che affonda le sue radici al lontano 1882. La conclusione degli interventi di ristrutturazione è fissato per il 30 agosto. Pochi giorni dopo, il 3 settembre alle 10,30, alla presenza delle autorità civili, militari e religiose si terrà l’inaugurazione ufficiale, con la scoprimento del monumento dedicato al Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa. Gli interventi, avviati a dicembre 2016, si sono sostanziati dapprima nel miglioramento della sicurezza interna dello stabile di proprietà demaniale, con lo smaltimento dei materiali pericolosi sostituiti con elementi ignifughi, e in seguito proseguiti col ripristino della parte esterna. «Quella che andiamo a terminare - ha spiegato il presidente  Pietro Poltronieri - è stata un’operazione fortemente voluta da tutti, necessaria per riconsegnare all’intera comunità un luogo simbolo del paese e della sua storia. Volevamo riaprire al pubblico, e non solo ai soci, la nostra sede per farla diventare un punto di aggregazione e d’incontro, dopo che nel recente passato era diventata in una sorta di club privato non fruibile ai più». E i risultati di questo restyling non solo strutturale ma anche ambientale a quanto pare hanno già iniziato a produrre i tanto sperati frutti. «In 7 mesi - prosegue Poltronieri - da gennaio a luglio, siamo passati da 88 a 300 soci e da 60 a 100 iscritti». Numeri importanti che attestano la bontà dell’operazione, con la fattiva partecipazione di numerose componenti, sia pubbliche che private: «Dobbiamo ringraziare in primis l’amministrazione comunale, che ha dimostrato enorme sensibilità e vicinanza, poi tutti gli sponsor che ci hanno sostenuto e che hanno stanziato la quasi totalità dei circa 30mila euro necessari per completare gli interventi». Un’apertura al pubblico che vuole poi coinvolgere sempre più anche i giovani. Tra i progetti futuri del Tiro a Segno, infatti, anche l’apertura alle scuole delle linee tiro ad aria compressa. (l.n.)
 

Commenti