Provincia
Per il concorso dei madonnari, artisti da tutto il mondo
Antichissima: obiettivo del Comune è internazionalizzare la kermesse
pubblicato il 16 agosto 2017 alle ore 22:01
immagine
Antichissima: obiettivo del Comune è internazionalizzare la kermesse

Grazie (Curtatone)  L’arte madonnara sempre più al centro dell’attenzione e dell’impegno del Comune di Curtatone che guarda ad importanti collaborazioni per ampliare sempre più l’eco del concorso e per valorizzarlo anche oltre i suoi tradizionali confini: quelli del borgo di Grazie, della provincia di Mantova e, perché no, anche dell’Italia. Non è, infatti, un caso che proprio ieri mattina si stata aperta la possibilità di cambiare il nome del concorso in “Incontro Internazionale” e non più “Nazionale  dei Madonnari”. Diversi sono, infatti, gli artisti del gessetto che arrivano da altri stati e continenti. Obiettivo di internazionalizzazione che passa anche attraverso la creazione di una stretta rete con realtà simili a quella di Grazie. Contesto in cui bene si inserisce il progetto annunciato ieri mattina dal sindaco  Carlo Bottani  durante il congresso dei Madonnari, svoltosi come ogni anno all’indomani del concorso, ed ospitato all’Antico Foro Boario, che guarda a creare “patto d’amicizia” con la città di Nocera - che sarà portato prossimamente in giunta -, dove già si svolge un concorso analogo a quello di Grazie, che il prossimo anno raggiungerà i suoi primi 46 anni di vita. «Abbiamo gettato le basi per una collaborazione che nelle prossime settimane verrà perfezionata per stilare un protocollo»,  ha spiegato il primo cittadino.
Tanti, dunque i progetti che il Comune di Curtatone, in collaborazione con Cim e Pro Loco sta portando avanti per valorizzare l’arte madonnara che proprio a Grazie trova le sue radici.  (v.g.)

 

Commenti