Video
A Mantova è sempre estate cafona
La "donna vespasiano" in mostra in piazza Cavallotti
pubblicato il 15 agosto 2017 alle ore 10:46
immagine

Mantova C'è chi si tuffa nel Canal Grande dal ponte di Calatrava, chi fa pipì nei cestini dei rifiuti in centro storico a Firenze, e chi fa il pediluvio nel fontanone. L'estate cafona non poteva non approdare a Mantova, e dove se non in piazza Cavallotti, dove del resto è sempre estate (cafona). Nel mirino del turista-cafone (turista forse, cafone di sicuro) la scultura di Giuseppe Gorni. Straniero? Non straniero? Non importa. Il dato di fatto è che l’altra sera un uomo ha pensato bene di utilizzare la parte cava della scultura bronzea di Giuseppe Gorni, collocata nell’aiuola centrale della piazza, come orinatoio. La giunonica e contadinesca “Donna gelso” (tale il titolo dell’opera), è insomma diventata suo malgrado la “donna vespasiano”. Il caso ha voluto che il tutto avvenisse proprio mentre passava per di lì con tanto di lampeggianti la ronda della Polizia locale – come documenta il video (guarda qui sotto) inviatoci da un testimone. Non si sono accorti di nulla, quegli agenti? Possibile. Del resto l’imbrattatore “iconoclasta” era ben mimetizzato.

Carlo Doda
Video
articolo_allegato_titolo
Commenti