Provincia
Ponte di barche, la replica di Fava
"Dalla Provincia solo discorsi farneticanti"
pubblicato il 12 agosto 2017 alle ore 19:45
immagine
L'assessore regionale Fava

Torre d'Oglio (Viadana)  Questione ponte di barche. Dopo gli critiche perpetrate dai circoli Pd dell’Oglio Po, non s’è fatta attendere la risposta di uno dei chiamati in causa, l’assessore lombardo all’agricoltura  Gianni Fava, che ha stretto giro replica alle accuse di responsabilità mosse al centrodestra dai Dem. «Non passa giorno - attacca Fava - senza che qualche improvvisato profondo conoscitore delle dinamiche amministrative nonché d’ingegneria idraulica, pontifichi in merito alla questione dolorosa e per certi versi imbarazzante, del ponte in chiatte di San Matteo. Vorrei provare a spiegare una volta per tutte come stiano effettivamente le cose». Per farlo Fava parte da un breve excursus storico sull’infrastruttura.  La Regione è pronta a concedere le risorse richieste nell’ambito del cosiddetto “Patto per la Lombardia” che insieme all’assessore all’economia  Massimo Garavaglia e al sottosegretario  Daniele Nava stiamo faticosamente completando. Però ci siamo premurati di chiedere semplicemente se quelle specie d’idee, definirli progetti infatti risulta eccessivo anche sforzandosi con generosità, che ci sono state segnalate dalla Provincia siano in grado di risolvere il problema oppure no. Ad oggi su tutto ciò è calato un imbarazzato silenzio da parte del Presidente Morselli, il quale non riesce a tenere a bada le intemperanze dei propri colleghi di partito in Oglio Po che, afflitti da una forma grave di amnesia, quotidianamente riempiono i giornali con proposte strampalate. Ovviamente sempre a spese di qualcun altro. La Provincia faccia il proprio mestiere e cerchi di trovare una soluzione e la Regione metterà a disposizione una parte consistente di risorse per la quale insisto non esiste alcun obbligo, se non l’interesse di tutelare quelle popolazioni che non possono pagare sulla propria pelle la responsabilità di aver avuto una classe dirigente inetta che ha creato tutto ciò». (g.b.)

 

Commenti