Provincia
Due avvocati, per conto di altrettanti cittadini di Sermide e Felonica, hanno depositato ieri l’istanza a Brescia
Questione Fasci: c’è il ricorso al Tar
pubblicato il 13 luglio 2017 alle ore 13:36
immagine
Il municipio di Sermide e Felonica.

Sermide e Felonica Sarà dunque ricorso: l’azione del Movimento 5 Stelle contro la presenza della lista Fasci Italiani del Lavoro alle recenti elezioni amministrative di Sermide e Felonica non resta sulla carta ma si concretizza con la presentazione di un ricorso al Tribunale Amministrativo di Brescia. L'avvocato Paolo Morricone di Roma, coadiuvato dall'avvocato Pier Paolo Polese di Brescia, a nome di due cittadini di Sermide e Felonica, hanno depositato il ricorso avverso l'atto di proclamazione degli eletti consiglieri del Comune di Sermide e Felonica, al fine di far dichiarare inammissibile la lista del Partito dei Fasci Italiani del Lavoro e conseguentemente l'invalidità dell'elezione di Fiamma Negrini. Dura la reazione di Claudio Negrini: « Dovremo rifare le elezioni? Bene, ci presenteremo con un altro simbolo e prenderemo il doppio dei voti. Estrometteranno il nostro consigliere? Bene, si aspettino un nostro contro-ricorso e una dura battaglia. Ma sappiano che due persone (coloro che formalmente hanno presentato il ricorso ndr) non possono cancellare 334 voti legittimi». (n.a.)

Commenti