Provincia
Villimpenta, la stessa banda anche in una casa vicino
Raid notturno, via 20mila euro di materiale edile
pubblicato il 10 luglio 2017 alle ore 12:07
immagine
Raid notturno, via 20mila euro di materiale edile

Villimpenta Ladri sempre più implacabili. Sabato notte due colpi sono stati messi a segno a Villimpenta. Ad essere preso di mira, questa volta, è stato il magazzino dell’impresa edile “LZ”, con sede lungo in via Reggiola. Dal deposito, una banda di ladri specializzati in questo tipo di razzie, stando alle prime risultanze investigative, avrebbe rubato materiale edile per un valore superiore ai 20euro. Trattasi di strumenti utilizzati nell’attività della ditta, anche di alto valore commerciale, come livelle laser, trapani, smerigliatrici, elettroseghe e martelli demolitori. Il proprietario ha già sporto denuncia ai carabinieri della stazione di Castel d’Ario che hanno subito avviato le indagini. I ladri sono entrati in azione intorno alle 23 di sabato sera. Una volta imboccato il cortile del civico 37 di via Reggiola, si sono diretti verso il magazzino dell’impresa edile, separato dalla sede viaria da un’alta siepe, dove hanno forzato la porta di accesso. Per prima cosa hanno rotto il finestrino del furgone che si trovava nel garage così da spostarlo. Il mezzo, infatti, avrebbe intralciato le operazioni di svuotamento del magazzino. Quindi hanno cominciato a caricare le cassette - circa una ventina - in cui erano suddivisi gli attrezzi edili, quelli che durante la settimana vengono adoperati dalle squadre di lavoro. Prima di lasciare la proprietà i ladri hanno prelevato 1.500 litri di gasolio dall’autocisterna della ditta. Il raid è durato pochi minuti e, a quanto pare, nessuno si è accorto di quanto stava accadendo. Tra il materiale rubato, come detto, è confermata la presenza di diversi trapani e livelle laser, strumenti poco ingombranti, facilmente caricabili nel furgoncino con il quale i malviventi sono giunti in paese. Ma di sicuro il valore della merce è ingente, visto che i malviventi pare abbiano scelto con cura gli strumenti e le attrezzature da portare via. Sommando il valore del materiale asportato ai danni provocati alle strutture, il bottino potrebbe addirittura superare la prima stima fatta dal proprietario. Qualche minuto prima era avvenuto un furto anche in un’abitazione poco distante. I malviventi, probabilmente componenti della stessa banda, dopo aver divelto il cancello di accesso alla proprietà (danni per almeno 700 euro, ndr), sono penetrati in casa riuscendo a trafugare circa 500 euro in contanti. (m.v.)

Commenti