Provincia
Un comitato per la sicurezza pubblica
Bozzolo blindata per l'arrivo del Papa
pubblicato il 17 giugno 2017 alle ore 20:31
immagine
Il sopralluogo della Gendarmeria Vaticana alcuni giorni fa

Bozzolo Nuovo vertice in prefettura, del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, presieduto dal prefetto  Carla Cincarilli, per esaminare i profili di sicurezza circa la breve visita privata a Bozzolo di Papa Francesco. Alla riunione hanno partecipato i rappresentanti delle forze dell’ordine, comprese Polizia Stradale e Ferroviaria, della Provincia, del Comune di Bozzolo, della Diocesi di Cremona, della Fondazione “Don Mazzolari”, dei vigili del fuoco, del servizio Areu 118 e della Croce Rossa. Confermato il programma, che prevede il carattere di pellegrinaggio in forma riservata del Santo Padre. La visita sarà quindi molto breve e si articolerà tra le ore 9 e le ore 10,30 di martedì. Il Comune di Bozzolo ha organizzato, nei limiti del possibile, gli spazi di accoglienza dei fedeli che ugualmente decideranno d’intervenire. Tali spazi saranno limitati e organizzati in aree debitamente transennate lungo il percorso papale, dal campo sportivo alla Chiesa di San Pietro Apostolo. Alla piazza Don Mazzolari ed alla Chiesa potranno avere accesso esclusivamente le persone munite di pass preventivamente rilasciati da Diocesi e Comune. Coloro che non troveranno posto lungo il percorso potranno sostare in piazza Europa o in piazza Dei Mille, dove saranno allestiti maxischermi aggiuntivi oltre a quello posizionato in piazza Don Mazzolari. In piazza Europa sarà riservata un’apposita area per le persone disabili e saranno organizzate aree di parcheggio per pullman e autovetture e due dedicate a titolari di pass per disabili (in via Giuseppina e in via Cremona, in adiacenza ai parcheggi ordinari). 

Commenti