Provincia
Approvato ieri l'emendamento
Post sisma: altri soldi per gli edifici pubblici
pubblicato il 5 giugno 2017 alle ore 20:10
immagine
Post sisma: altri soldi per gli edifici pubblici

Basso Mantovano Altri 200 milioni per il risanamento e il recupero del patrimonio pubblico dei paesi colpiti dal sisma del 2012: con l’emendamento approvato ieri e proposto dal deputato del Partito Democratico  Marco Carra - insieme ad altri esponenti dem sia emiliani che della provincia di Rovigo - saltano fuori dunque altre risorse che sarà possibile reinvestire su tutta una serie di interventi al patrimonio pubblico importanti anch’essi, unitamente a tutti quelli sull’edilizia privata, per una vera e propria rinascita dei paesi che hanno vissuto il dramma del sisma. Si tratta di fondi spostati dal capitolo relativo alla ricostruzione per i privati, che altrimenti sarebbero rimasti inutilizzati in quanto risultati in eccesso rispetto alle domande pervenute e già evase. I 200 milioni sono complessivamente destinati alle regioni Lombardia, Veneto ed Emilia e saranno ripartiti secondo i cirteri stabiliti e gli accordi sottoscritti dalle rispettive regioni nei mesi successivi al terremoto. (n.a.)

 

Commenti