Provincia
Quattro persone in manette
Colta sul fatto e arrestata la banda delle slot-machine
pubblicato il 3 giugno 2017 alle ore 18:38
immagine
Colta sul fatto e arrestata la banda delle slot-machine

Basso Mantovano Manette ai polsi per una banda di malviventi dedita al furto di slot-machine: quattro le persone arrestate - tre uomini e una donna - di cui tre residenti nell’Oltrepò Mantovano, dopo l’operazione condotta dai carabinieri delal bassa reggiana che erano intervenuti, inizialmente, in un bar di Rolo dove era appena avvenuto un furto. Il bar in questione, assaltato attorno alle 3, era quello afferente alla stazione, e in esso i malviventi avevano asportato due slot e una cambiamonete: ma oltre a portare via i malviventi avevano anche “lasciato” qualcosa; nello specifico elementi sia sulla loro identità, sia sulle due auto utilizzate - entrambe risultate rubate - sia su dove fossero diretti, ovvero al bar Les Chats di Reggiolo dove scassinavano alcune slot-machine ma dove venivano anche sorpresi dai carabinieri dandosi alla fuga. Nasceva così un inseguimento conclusosi poco dopo nel centro di Reggiolo  con i carabinieri che riuscivano a bloccare e a trarre in arresto uno della banda, Bojan Mitov, 28enne serbo residente a Gonzaga. a questo punto la trappola dei carabinieri era pronta a scattare anche per i restanti membri della banda che, grazie anche ai recapiti telefonici in possesso del primo fermato, riuscivano a bloccare i restanti tre componenti della banda nei pressi dell’abitazione del 28enne serbo. Manette ai polsi dunque anche per Mansoor Alì Khusai un 25enne di origini pakistante residente anch’egli a Gonzaga, per la 22enne di Campegine nel reggiano Eleonora Sollazzo e per un 23enne di San Benedetto Po,  Stefano Ibraimovic. Il giudice ha convalidato l’arresto, gli inquirenti stanno valutando il coinvolgimento dei quattro in analoghi episodi avvenuti nel reggiano. (nico)

Commenti