Provincia
Due della maggioranza passano all'opposizione
Roncoferraro, la maggioranza traballa
pubblicato il 29 maggio 2017 alle ore 09:46
immagine
Il municipio di Roncoferraro

Roncoferraro  Qualcosa era nell’aria, ma fino ad oggi non aveva avuto riscontro nei fatti. A dare l’ufficialità alla frattura politica interna alla maggioranza in Comune a Roncoferraro, è stata la segreteria locale del Partito democratico guidata da Luciano Zera (eletto lo scorso 30 marzo), che ha deciso di costituire un gruppo autonomo di opposizione nel quale sono immediatamente confluiti i consiglieri Paolo Braganza e Luca Garabelli. Una fronda che rischia di diventare una spina nel fianco per il sindaco Federico Baruffaldi (sospeso dal Pd dopo aver sostenuto alle recenti elezioni provinciali Giorgio Rebuschi anziché il candidato del centrosinistra  Beniamino Morselli), che per il momento gode ancora dell’appoggio degli assessori Silvia Bissoli e Veronica Giatti e del vicesindaco Filiberto Speziali, tutti in quota Pd. Alla luce della nuova situazione, i numeri della maggioranza sono davvero risicati: 7 (ai tre già citati del Pd si devono aggiungere i “civici” Fabio Fornara, Giulia Moserle e Paolo Fadini) contro i 6 dell’opposizione. Com’era ovvio non si sono fatte attendere le reazioni delle minoranze consigliari. Ora, con la maggioranza solamente per un voto, la strada del sindaco Baruffaldi potrebbe rivelarsi decisamente in salita.

Commenti