Provincia
Gonzaga
Il prefetto visita la nuova sede dei Carabinieri
pubblicato il 24 maggio 2017 alle ore 12:15
immagine
Il prefetto visita la nuova sede dei Carabinieri

Gonzaga  Al termine delle operazioni di trasloco, la Compagnia dei Carabinieri di Gonzaga ha ora una, seppur provvisoria, nuova sede operativa ubicata in Via Antonio Luglio nr. 5. Il trasloco presso la sede provvisoria si è reso necessario per permettere la cantierizzazione della sede Istituzionale di Via Ferrante Gonzaga nr. 26, che sarà protagonista di un profondo ed innovativo “restyling” che le permetterà – al termine dei lavori della durata di circa 18 mesi – di essere una struttura moderna e adatta alle esigenze attuali non solo dell’Arma dei Carabinieri, ma anche di tutta la cittadinanza. Ed è proprio per tale motivo che nella mattinata odierna il prefetto di Mantova, dottoressa Carla Cincarilli, ha fatto visita alla sede provvisoria che il Comune di Gonzaga ha messo a disposizione, dopo una totale opera di adeguamento, e che è stata ricavata da quella che era la vecchia Residenza Sanitaria Assistita. Alla visita era presente, oltre al comandante provinciale dell’Arma dei Carabinieri – colonnello Fabio Federici – anche il sindaco della città, Claudio Terzi. Nel corso della visita ai nuovi e confortevoli locali, sia il comandante provinciale che il prefetto di Mantova hanno espresso parole di elogio e ringraziamento per quanto fatto dall’Amministrazione Comunale e per tutti gli sforzi operati, sia in termini organizzativi che soprattutto finanziari – per raggiungere questo storico risultato (la sede istituzionale ha circa 70 anni di età e la vetustà era ben visibile a chiunque). Il comandante provinciale ha inoltre ringraziato i militari della sede che, con profondo spirito di sacrificio e lodevole spirito di squadra, hanno affrontato ed eseguito le onerose e soprattutto delicate operazioni di trasloco di tutto il materiale che, per questioni di riservatezza, era stato sigillato accuratamente e trasportato con le dovute cautele. La nuova sede provvisoria è stata sin da subito operativa e la cittadinanza che ha avuto la necessità di rivolgersi all’Arma nei giorni trascorsi ha trovato la consueta disponibilità ed efficienza in quanto il servizio si è svolto con continuità.

Carlo Doda
Commenti