Provincia
La Cassazione respinge il ricorso
Rapina di Levata, sentenza definitiva
pubblicato il 25 aprile 2017 alle ore 14:52
immagine
Rapina di Levata, sentenza definitiva

Levata Diventa definitiva la condanna a carico del 41enne Neculai Paduraru e del 27enne Ionut Marin, i due rumeni accusati di essere tra gli autori della rapina di via Canneti, a Levata, consumatasi il 7 febbraio del 2014. La parola fine sulla vicenda l’ha messa la Cassazione che nella giornata di venerdì - a 24 ore circa dall’udienza - ha sancito l’inammissibilità del ricorso. La pena che i due stanno scontando è quella sancita nel gennaio del 2016 presso la Corte d’Appello di Brescia: 11 anni di reclusione, contro i 14 anni e 7 mesi rimediati a Mantova in primo grado. 
Ad accompagnare gli imputati nell’iter giudiziario sono stati due legali: l’avvocato  Maurizio Milan del Foro di Verona e l’avvocato  Giorgio Martinelli del Foro di Mantova. Entrambi hanno deciso di rivolgersi alla Corte di Cassazione cercando di ribadire gli stessi motivi esposti nel corso del processo di secondo grado: a parere dei due legali il Ris di Parma non aveva rilevato tracce biologiche riconducibili ai loro assistiti in alcuni elementi (tra cui una calza da donna con cui i malviventi si erano coperti il viso e una bottiglietta d’acqua) rinvenuti sulla scena del crimine. 
 

Commenti