Provincia
Nel Comune di Ceresara
Arrivano fibra ottica e nuova illuminazione a led
pubblicato il 16 maggio 2018 alle ore 15:34
immagine
Il municipio di Ceresara e, nel riquadro, il consigliere Simone Parolini

Ceresara - Fibra ottica e nuova illuminazione pubblica a led. I due interventi pubblici è previsto si concludano entro la fine di maggio, con la previsione che la connessione a internet veloce in un secondo momento possa essere estesa anche alle abitazioni e alle aziende. Per quanto riguarda l’illuminazione pubblica, i lavori si stanno ormai concludendo. La nuova illuminazione manca solamente in tre strade: via Macrini, via San Martino e in una parte di via Cortine. Spiega Simone Parolini, consigliere comunale di maggioranza con delega ai lavori pubblici, che l’allungarsi dei tempi di realizzazione è dovuto ad alcuni ritardi nella consegna degli apparati illuminanti che andranno inseriti nelle lanterne sulla sommità dei pali dell’illuminazione pubblica. In ogni caso entro fine maggio l’intervento dovrebbe concludersi. I lavori di sostituzione di tutti i corpi illuminanti del territorio ceresarese, eseguiti dalla ditta Beffa di Porto Mantovano, sono costati al Comune 350mila euro, di cui 320mila da un mutuo. «Ma il costo - assicura Parolini - verrà recuperato dall’altissimo risparmio energetico garantito dal led rispetto all’illuminazione tradizionale». E, come detto, nel giro di un paio di settimane dovrebbero venire conclusi anche gli interventi di posa dei cavi in fibra ottica (internet veloce), eseguiti dalla ditta Mynet di Porto Mantovano. La connessione veloce sarà estesa agli edifici pubblici: municipio, biblioteca, scuole e centro sportivo. Ma in un secondo momento l’intenzione è quella di estendere la connessione veloce anche alle abitazioni private e alle ditte che ne faranno richiesta. Il costo dell’intervento è piuttosto contenuto: 13mila euro. In questo caso, spiega sempre Parolini, l’investimento non è lievitato dal momento che Mynet non ha dovuto eseguire opere particolarmente laboriose: i cavi in fibra ottica infatti sono stati fatti passare all’interno delle canalizzazioni dei sottoservizi già esistenti in paese. (gb)

Commenti