Sport
Calcio Serie D - L’intervista
Dana: "Delusione enorme, ma non scappiamo"
pubblicato il 16 maggio 2018 alle ore 14:57
immagine
Pablo Victor Dana

Mantova - A distanza di 48 ore dalla disfatta di Arzignano, anche Pablo Dana si unisce al coro di profonda delusione che accomuna in questi giorni il popolo biancorosso. Nel suo caso l’amarezza è doppia, perchè da subito si era esposto sull’obiettivo che lo aveva spinto già quest’anno a entrare in società: riportare il Mantova in Serie C tramite il ripescaggio. Ora che le possibilità sono ridotte al lumicino (per non dire meno), Dana esterna il suo rammarico: «Sono molto deluso - ha detto -. Avevo spiegato ai tifosi i nostri programmi parlando chiaramente di Serie C come obiettivo. Volevamo il ripescaggio e ci stavamo muovendo in quella direzione. Ora l’ipotesi mi sembra assolutamente impossibile e quindi non abbiamo scelta: bisogna prepararsi a un altro anno in D. Questo non compromette l’impegno che abbiamo preso con i soci del Mantova. Ci saremo, anzi so che Strafinger si incontrerà nei prossimi giorni con i soci per definire la strategia per il prossimo anno». L’amaro epilogo della stagione biancorossa fa da contraltare ai risultati positivi che stanno ottenendo le altre due squadre di Dana: «Quella di Gibilterra (il Gibraltar United, ndr) è in terza posizione e al momento qualificata per l’Europa League. Il Los Barrios (Terza Divisione spagnola, ndr) è riuscito a salvarsi dopo una grande rimonta. Speravo che il Mantova potesse essere la ciliegina sulla torta di un’annata per noi positiva, e invece niente. Per quanto mi riguarda è davvero una delusione enorme». Com’è noto, la cifra sottoscritta da Dana (155mila euro pari a circa il 25% delle quote) non è ancora stata immessa nelle casse di viale Te. Qualche tifoso comincia a preoccuparsi, ma il finanziere rassicura: «Nessun ripensamento da parte nostra, solo qualche disguido tecnico. Abbiamo tempo fino al 30 maggio e vedrete che onoreremo il nostro impegno. Anche se le cose non sono andate come speravamo, ci crediamo come investitori e ci crediamo come amici di Mantova». (r.sport)

Commenti