Provincia
Via a cantieri e piantumazione
Marmirolo rinnova il look per i cittadini e i turisti
pubblicato il 16 maggio 2018 alle ore 14:34
immagine
Il sindaco di Marmirolo, Paolo Galeotti

Marmirolo - La città di Marmirolo si prepara a rinnovare il proprio colpo d’occhio nei confronti di cittadini e turisti con una serie di rinnovamenti infrastrutturali che coinvolgeranno tanto la viabilità quanto le strutture del comune e della biblioteca. Tra i progetti più ambiziosi in cantiere vi è sicuramente la sistemazione del tratto di strada che va da Via Rippa fino a Via Ferrari. La carreggiata, in questo caso, verrà sistemata e, oltre alla sistemazione di quest’ultima si aggiunge la piantumazione del verde per un investimento totale di 675.000 uro provenienti dalle casse comunali. «Questo progetto è stato fortemente voluto dal Comune di Marmirolo e dai cittadini -  ha spiegato il sindaco Paolo Galeotti - abbiamo cercato di andare incontro a tutte le esigenze che ci sono state sottoposte per fare il progetto al meglio». Restando sempre nell’ambito delle infrastrutture vi è da segnalare la realizzazione di un nuovo tratto di ciclabile che unisce Marmirolo con la frazione di San Brizio e che potrebbe, in un secondo momento, diventare un punto nevralgico per il collegamento con la ciclabile Mantova-Peschiera. Un progetto che è stato realizzato grazie ad un bando regionale e che ha un costo di 400mila euro. Il percorso è stato pensato per fiancheggiare per un tratto la carreggiata della strada che porta verso San Brizio, dall’altro per seguire il percorso della ferrovia. «Abbiamo già messo in conto di realizzare il tetto del Comune - ha ricordato il sindaco Galeotti - e modernizzare alcuni degli uffici al suo interno, in particolare quello dell’Anagrafe. Il tutto verrà a costare sui 100mila euro e verrà fatto entro quest’anno». Come ultimo progetto in cantiere vi è anche l’adeguamento della biblioteca alle necessità crescenti dove verrà sistemata la zona a lato con il campetto sportivo. Il tutto avrà un costo di 100mila euro dei quali 24.000 provenienti da un bando Cariplo. Tutti questi ammodernamenti e restauri sono nell’ottica di attrarre maggiore turismo da un lato, e di mantenere alta la qualità di vita dei cittadini marmirolesi dall’altro. «Rimaniamo una cittadina di campagna - ha sottolineato il sindaco Galeotti - ma non per questo motivo dobbiamo rinunciare agli agi di una città capace di essere polo ricettivo dal punto di vista culturale e turistico».

Mendes Biondo

Commenti