Eventi
Alla Galleria Sartori di Mantova
Giorgio Soave e l'energia del suo "Circolo rosso"
pubblicato il 16 maggio 2018 alle ore 13:20
immagine
Il "Circolo rosso" di Giorgio Soave, personale alla Galleria Sartori

Mantova - “Il Circolo rosso”, è questo il titolo della personale di Giorgio Soave allestita alla Galleria Arianna Sartori di Mantova; le opere dell’artista scaligero si potranno, quindi, ammirare sino al prossimo 24 maggio 2018 nella sala espositiva di Via Cappello 17. Al vernissage, tenutosi lo scorso 12 maggio, hanno presenziato numerosi appassionati a conferma del prestigio raggiunto in questi anni dal pittore di San Giovanni Lupatoto mentre a proporre una riflessione sul valore artistico e culturale del suo dialogare con le linee e i colori è stato il critico d’arte Matteo Tropina. Di professione architetto, Giorgio Soave, è un autodidatta nel campo pittorico ed è solito, grazie alla passione e all’entusiasmo che lo affiancano in questa esperienza, trasportare nei suoi dipinti la precisione e l’eleganza formale che è richiesta nel suo ambito professionale riuscendo però ad infondere una personale poesia nel gioco elegante delle linee e delle geometrie che caratterizzano le sue opere. Sulle sue tele il colore viene steso con tecnica, pazienza e pulizia formale quasi a voler richiamare con il gesto fisico una sorta di meditazione spirituale dal sapore orientale. Così facendo riesce a imprigionare l’energia e la forza dei singoli colori che egli colloca in spazi definiti per questo astratti. Contemporaneamente nei suoi lavori a far da denominatore comune, da filo conduttore, da “punto di partenza e arrivo” c’è un piccolo cerchio rosso. Colore e forma dinamica e spirituale, che accompagna la persona che ammira l’opera come un mantra o uno spiritello astratto libero e giocoso, coinvolgendolo in un percorso di ricerca tra l’assente e il presenze.

Paolo Biondo

Commenti