Sport
Calcio Serie D
Acm, da chi ripartire? Progetto è la parola magica
pubblicato il 15 maggio 2018 alle ore 16:04
immagine
Giocatori del Mantova abbandonano mestamente il campo dopo la pesante sconfitta 5-2 ad Arzignano

Mantova - La stagione è finita, ora tutti al lavoro per progettare la prossima. Chi guiderà la società? Che campionato farà il Mantova? Come e con chi ripartire? Questi i tre punti interrogativi a cui dare una risposta. Praticamente un rebus, perché al momento, in casa biancorossa, regna ancora l’incertezza. Sul fronte societario e, di conseguenza, anche sul progetto sportivo. Lo testimoniano le parole della società nel comunicato uscito domenica 13 maggio, qualche ora dopo la débacle di Arzignano. «Nei prossimi giorni - si legge - saranno effettuate le verifiche degli impegni che i soci attuali e tutti quelli che vorranno aggiungersi a noi si dichiareranno disposti ad assumersi per consentire alla città di affrontare il prossimo campionato. L’auspicio è che sia una stagione con soddisfazioni all’altezza delle aspettative dei tifosi, nell’attesa anche delle decisioni della lega in merito ai possibili ripescaggi». Parole che non fugano i dubbi sulla composizione della società. Gli attuali soci del club di viale Te sono in attesa di capire quando sarà ufficializzato l’ingresso di Pablo Dana, per definire nel dettaglio i ruoli in base alle competenze dei vari componenti. Ma proprio questi soci saranno ancora disposti a proseguire l’avventura nel Mantova? Sicuramente si affronterà il tema del ripescaggio, ammesso che la società biancorossa possa ancora percorrere questa strada, non essendo riuscita ad andare oltre la semifinale playoff. La decisione d’inserire le “seconde squadre” ha ridotto maggiormente le possibilità e, quindi, la serie C è ancora un miraggio. Con una situazione societaria ancora da definire, forse è più facile pensare a un’altra stagione in serie D. Ma chiunque sarà al timone del club di viale Te, dovrà essere in grado di allestire una squadra che possa lottare per vincere il campionato. Da chi ripartire? Questo, naturalmente, lo deciderà chi guiderà la società: sia l’allenatore che il direttore sportivo. Il Mantova quest’anno ha fatto sicuramente fatica, per i motivi che tutti conoscono. Il ritardo della scorsa estate non ha permesso alla società di operare nei tempi giusti sul mercato e, quindi, sono stati commessi diversi errori, rimediati parzialmente con il mercato invernale. Alla fine il Mantova è riuscito a conquistare i playoff. Sicuramente troppo poco per una piazza come questa, ma più di così non si poteva fare. Nonostante la delusione, ci sono comunque delle basi da cui ripartire, che bisogna puntellare con alcuni elementi di qualità. “Progetto”: è questa la parolina magica. Ma per usarla bene occorrono soldi, competenze, idee chiare e condivise.

Tommaso Bellini

Commenti