Cronaca
Una donna rumena di 37 anni
Picchiata dal convivente due volte in una sola notte
pubblicato il 16 maggio 2018 alle ore 13:04
immagine
Picchiata dal convivente due volte in una sola notte

Mantova - Si è presentata in ospedale due volte nel giro di poche ore la notte tra giovedì 10 e venerdì 11 maggio. La prima volta aveva detto che era stata picchiata dal suo convivente. Dopo essere stata dimessa si era ripresentata dicendo che suo figlio non stava bene, ma mentre era in attesa che un medico visitasse il bimbo ha accusato un malessere che potrebbe essere dovuto ad altre botte prese sempre in ambito domestico. Vittima di queste violenze familiari è una rumena di 37 anni residente nell’hinterland. La donna si era presentata una prima volta al pronto soccorso del Poma nelle prime ore di venerdì scorso. Al medico che l’aveva visitata aveva detto di essere stata colpita dal suo convivente al termine di una lite in casa. Dopo una visita dalla quale non erano emerse lesioni di particolare gravità, la 37enne era stata dimessa con una prognosi di pochi giorni. Verso le cinque di quella stessa notte, però, la 37enne si è presentata di nuovo, questa volta con il proprio figlio, dicendo che il bambino non era stato bene. Mentre aspettava che il piccolo fosse visitato, la 37enne ha detto di non stare bene accusando un forte mal di testa che poteva essere riconducibile alle percosse subite poco prima se non a una nuova aggressione domestica che la 37enne avrebbe cercato di mascherare con il malore del figlio. In ogni caso dovrà sporgere una querela visto che i giorni di prognosi con cui è stata dimessa non bastano per un’indagine d’ufficio. (r.cro.)

Commenti