Provincia
CasaPound: "No ai 50 km/h"
"Sulla Goitese basta prendere in giro i cittadini"
pubblicato il 14 maggio 2018 alle ore 18:23
immagine
Lo striscione affisso da CasaPound Mantova sulla Goitese

Mantova - “Vera sicurezza per le nostre strade”. È quanto si legge sullo striscione affisso da CasaPound Italia Mantova sulla Goitese per protestare contro l’ordinanza provinciale che fissa il limite di velocità ai 50 km orari. “Il provvedimento viene spacciato come misura per la sicurezza, ma – ha sottolineato il consigliere comunale di Cpi, Luca de Marchi - è una presa in giro dei cittadini e un palliativo per non affrontare il vero problema: il dissesto della strada, che richiede interventi seri e urgenti di rifacimento”. “La strada Goitese è un’arteria fondamentale per il tessuto economico e sociale del territorio mantovano, rallentarla – ha proseguito De Marchi - porterà solamente nuovi problemi sia per l’ambiente che per il flusso di traffico. L’ente provinciale motiva questa scelta con la mancanza di fondi eppure nel bilancio 2018 investe più di tre milioni di euro per il porto di Valdaro, ente già noto per essere un ‘poltronificio pd’, che crea buchi di bilancio enormi da ormai dieci anni sia nelle casse della provincia che in quelle del comune di Mantova senza produrre alcunché”. “Investire quei fondi per un piano asfalti serio permetterebbe di superare una situazione critica che grava sull’intera economia mantovana e in special modo – ha concluso de Marchi - su lavoratori e piccole medie imprese”. (r.c.)

Commenti