Cronaca
In attesa del piano eco-mobilità
Mobike, numeri scarsi: Cremona smette il servizio
pubblicato il 15 maggio 2018 alle ore 12:55
immagine
Il sindaco Mattia Palazzi (a sinistra) e l’assessore Iacopo Rebecchi provano in via Roma le Mobike

Mantova - Oltre 11mila utenze registrate in pochissime settimane. Quanto bastava all’assessore alla viabilità Iacopo Rebecchi per cantare vittoria. La città, insomma, ha risposto in maniera positiva all’iniziativa dei noleggiatori cinesi che hanno introdotto il Mobike anche a Mantova, dopo avere dato corso alle sperimentazioni in altri 6 capoluoghi di provincia, prima di Mantova, e almeno uno dopo di noi (l’ultima città della serie è Reggio Emilia). Eppure, potrebbe non essere tutto oro quello che luccica. Infatti, è proprio di questi giorni l’annuncio della stessa società cinese di interrompere la sperimentazione a Cremona, nonostante anche là ci fossero cifre incoraggianti. Insomma, nella città del Torrazzo, il gioco non sembra essere valso la candela. Un pensiero, questo, che ovviamente viene spontaneo declinare anche a Mantova, dove la maggior parte dell’utenza ciclistica vive in città ma dispone di mezzi propri. Dunque, c’è il caso che anche da noi possa essere ritirato il servizio? «Francamente, non lo credo – dichiara il sindaco Mattia Palazzi, rimasto sorpreso per la decisione assunta nella vicina Cremona –. Se i nostri numeri si manterranno come sono adesso, direi proprio di no. A Cremona erano più bassi». (r.cro.)

Commenti