Cronaca
Sul caso Elisa Nizzoli
Anche per Cappellari e Grandi: Comune parte civile
pubblicato il 16 aprile 2018 alle ore 20:12
immagine
La consigliera regionale leghista, Alessandra Cappellari

Mantova - Inizialmente le loro firme non apparivano sul documento che altri colleghi delle minoranze hanno sottoscritto affinché il Comune si costituisca parte civile nel procedimento che vede coinvolta Elisa Nizzoli per i falsi messaggi utilizzati contro il sindaco Mattia Palazzi, e che sono stati all’origine dell’inchiesta contro di lui chiusa e archiviata nel gennaio scorso. Adesso però anche i consiglieri Alessandra Cappellari (Lega) e Alberto Grandi (Comunità e territori) condividono il contenuto della mozione sottoscritta e la necessità che l’amministrazione comunale «avanzi richiesta di risarcimento danni in sede civile nei confronti della signora Nizzoli per il danno all’immagine provocato a tutta la città oppure si costituisca parte civile nell’eventuale procedimento penale che dovesse essere instaurato nei confronti della medesima persona». Gli stessi Consiglieri inoltre precisano e sottolineano che «il contenuto della mozione non ha nulla a che vedere con i fatti alla ribalta delle cronache degli ultimi giorni e attinenti eventuali rapporti del sindaco con altre persone, sulla cui vicenda ora non è opportuno ed è prematuro prendere qualsiasi posizione». Per quanto riguarda altri argomenti affrontati durante la conferenza, «non sono oggetto della mozione sottoscritta e pertanto non ci appartengono». (r.cro.)

Commenti