Cronaca
Dopo 13 mesi di cantiere
Valletta Paiolo rinasce, due viali come "boulevard"
pubblicato il 17 aprile 2018 alle ore 11:35
immagine
Immagini dell’inaugurazione e della partecipazione del quartiere nei viali Gorizia e Fiume

Mantova - Nonostante il tempo, è stata grande festa per l’inaugurazione della riqualificazione urbana di viale Gorizia e di un tratto di viale Fiume, che nel pomeriggio di domenica 15 aprile ha visto la partecipazione di centinaia di cittadini. L’evento è partito da piazzale Gramsci con l’esibizione itinerante della Banda Città di Mantova. In viale Fiume si è tenuto il momento inaugurale, con taglio del nastro. In prima fila il sindaco Mattia Palazzi e l’assessore ai lavori pubblici Nicola Martinelli con altri esponenti della giunta. Il lavoro ha comportato un investimento di 1milione e 20mila euro; era partito il 6 marzo 2017 ed è durato 13 mesi interessando viale Gorizia, un tratto di viale Fiume e viale Don Sturzo. La festa è continuata con musica, con il brindisi e il rinfresco realizzato anche grazie al contributo dei bar della zona. La trasformazione di viale Gorizia, che segue il modello “boulevard", con una qualità superiore delle finiture, garantirà anche maggiore sicurezza ai fruitori, che siano pedoni, ciclisti o automobilisti. È stata migliorata anche l’illuminazione degli spazi pubblici, per una maggiore visibilità notturna. La riqualificazione di viale Fiume si pone poi come anticipazione della riqualificazione dell’intera strada, e va a risolvere alcune situazioni non più sostenibili, come l’assenza di marciapiede. Nel dettaglio l’intervento di viale Gorizia comporta la risagomatura della piattaforma verso la strada e la messa in sicurezza degli attraversamenti. Prevale l’allargamento della carreggiata, con un ridimensionamento dei parcheggi in corrispondenza dell’impianto semaforico tra viale Gorizia e viale Sabotino. È inoltre stato installato un nuovo impianto semaforico pedonale a chiamata a protezione dell’attraversamento in piazzale Gramsci, dotato di pedane di raccordo per disabili e percorsi tattili “loges vet evolution”. Rivisto altresì l’impianto di illuminazione con l’implementazione dei pali e con sbracci maggiori per superare le fronde delle alberature. (r.cro.)

Foto
Commenti