Provincia
I criminali volevano trafugare la bara dello storico padre del Cavallino
Anche due viadanesi nella banda della salma di Enzo Ferrari
pubblicato il 29 marzo 2017 alle ore 11:28
immagine
Enzo Ferrari

Viadana Ha lasciato tutti senza parole la notizia diffusa ieri dai principali organi d'informazione circa la scoperta di una banda di criminali che stava progettando di trafugare una bara dal cimitero di Modena. Una bara con al suo interno non una salma qualsiasi, bensì quella di Enzo Ferrari il famoso creatore dell’azienda di automobili di Maranello. Ma ciò che suscita ancor più impressione è che all'interno del gruppo, incriminato dai Carabinieri della Sardegna, oltre che dell'Emilia e  della Lombardia vi sarebbero due persone ben conosciute a Viadana, Si tratta di Francesco Riillo e Gaetano Frijo. I due, in attesa che la Procura decida nei loro confronti, si trovano agli arresti domiciliari.

Commenti