Provincia
Bagnolo - Denuncia in arrivo
Gatta ferita da un colpo sparato a distanza ravvicinata
pubblicato il 27 marzo 2017 alle ore 19:05
immagine
Gatta ferita da un colpo sparato a distanza ravvicinata

Bagnolo Un colpo sparato a distanza ravvicinata con un'arma ad aria compressa, una carabina o una pistola. Il proiettile ha prima colpito un rene per poi fermarsi nell'intestino. Nelle prossime ore ci sarà una denuncia contro ignoti, ma soprattutto le prossime ore diranno se Maya, una gatta di 6 anni, ce la farà o meno. Questa mattina è stata operata nella clinica veterinaria del dottor Oreste Gaetti, che ha estratto il proiettile. La gatta ora è in prognosi riservata. A portarla nella clinica nella serata di giovedì scorso era stata la padrona di Maya, Sabrina Lodi Rizzini, che abita a San Biagio in via Rodari,  preoccupata dal fatto che la bestiola da poco dopo il rientro dalla passeggiata si trasciva sulle zampe e non manigava. Dalla radiografia è poi emerso che la gatta aveva un proiettile nell'intestino che aveva già innescato un'infezione con peritonite. Un colpo sparato a distanza ravvicinata dall'alto verso il basso, hanno spiegato dalla clinica, che però non era visibile a occhio nudo, visto che il foro era nascosto dal folto pelo della gatta. Un colpo sparato in pieno centro abitato, del quale qualcuno finirà per rendere conto.

Foto
Commenti