Provincia
Il palazzo come luogo di aggregazione per la comunità
Dosolo punta ad acquisire l’ex centro di controllo del Po
pubblicato il 15 marzo 2017 alle ore 09:35
immagine
Il sindaco Vincenzo Madeo

Dosolo  Ancora nessun passo avanti per l’acquisizione da parte del Comune di Doloso dell’edificio storico adibito, in passato, a centro di coordinamento durante le piene del Po per l’intera area.  Sorta nei primi anni del ‘900, la struttura si presenta oggi su due piani: un punto strategico che permetteva di monitorare il Po da Viadana fino a tutte le aree circostanti.
Un edificio importante per il territorio, dunque e per la sua storia che il Comune non vorrebbe perdere ma, anzi, portare a nuova vita. Alla struttura, ad oggi tra i beni demaniali, infatti, sarebbe interessata l’amministrazione comunale che vorrebbe entrare in possesso dell’edificio per farne un luogo aperto ai più svariati bisogni della comunità. «Un edificio di interesse storico che potrebbe diventare sede delle associazioni del territorio», spiega il sindaco di Doloso Vincenzo Madeo . (v.g.)
 

Commenti