Provincia
Il giovane si è spacciato per broker ma intanto con i soldi restaurava la casa
Una 76enne truffata dall’amico 24enne: spariti 145mila euro
pubblicato il 8 marzo 2017 alle ore 19:33
immagine
Una 76enne truffata dall’amico 24enne: spariti 145mila euro

Borgo Virgilio Potrebbe essere paragonato al caso della 49enne  Gloria Rosboch, l’insegnante di francese di Torino che fu uccisa dopo che un suo studente, in concorso con altre persone, gli aveva portato via, facendoseli consegnare con inganno, 185mila euro. Solo un particolare differenzia però   il  fatto che vede protagonista un’anziana di Cerese:   il morto,  fortunatamente  non c’è stato, perchè la vittima, accortasi di quello che lei era accaduto, a denunciato l’uomo  ai carabinieri.  Ma veniamo a quello che è accaduto nel Comune virgiliano, una storia iniziata nel 2009 e finita qualche giorno fa con la sparizione di ben 145mila euro dal conto corrente di una 76enne per colpa di  un 24enne. La vicenda, come si diceva, inizia otto anni fa  quando la donna,  tramite amicizie comuni, conosce il giovane che allora aveva  appena 16 anni. Tra i due nasce una tenera amicizia  che porta la donna, nubile, a fidarsi  del ragazzo  tanto  da credergli  in modo incondizionato e da non esitare ad affidare a lui la gestione dei suoi beni nonostante la giovane età visto, tra l’altro, che lui si è spacciato per consulente finanziario. Il 24enne, quindi, disoccupato e che risiede a  Cerese,  fa credere alla stessa di essere in grado di investire questi  soldi in obbligazioni e  azioni piuttosto che in  fondi d’investimento  con risultati assai redditizi promettendole,  tra l’altro,  che sarebbe riuscito a raddoppiare il capitale iniziale. Si fa quindi consegnare ogni mese del denaro, somme evidentemente cospicue,  che lui invece di investire a nome della 76enne, si intasca e, come poi scoperto, lo  utilizza per rimettere a nuovo  la casa in cu abita. La truffa va avanti per tanto tempo, addirittura  per anni:  mese dopo mese il giovane si intasca i soldi mentre l’anziana, ignara di quello che stava accadendo alle sue spalle, continua a dargli  fiducia in cambio, probabilmente, di affetto. Qualche giorno fa però la drammatica scoperta: in banca non solo non c’era  più nulla sul conto corrente ma nemmeno c’erano i fondi d’investimento e manco le obbligazioni promesse: i 145mila  euro erano spariti nel nulla. O meglio erano stati intascati  dal “giovinotto” che era sparito insieme ad essi.  A quel punto i famigliari dalla donna non hanno  potuto fare altro che sporgere denuncia rivolgendosi ai carabinieri di Borgo Virgilio. 

Commenti