contatti    pagina facebook   pagina twitter
HOME Cronaca Provincia Eventi e Società Rubriche Sport Foto Video Contatti
Cronaca
Cinque persone a processo
Tratta di immigrati, il Pm chiede 27 anni
pubblicato il 16 febbraio 2017 alle ore 18:45

Mantova Oltre 27 anni di reclusione e ammende per un totale di quasi 550mila euro. A tanto ammontano le richieste avanzate questa mattina dal Pubblico Ministero Giacomo Pestelli al termine della sua requisitoria nei confronti di cinque persone finite a processo per una tratta di immigrati. Si tratta di una delle tante indagini nate dai controlli dei flussi migratori. C'era chi procurava i nomi degli stranieri da assumere come stagionali in aziende agricole mantovane, facendo così ottenere loro il nulla osta per il permesso di soggiorno in Italia, e chi faceva le richieste di assunzione. Gli immigrati, provenienti soprattutto da India e Pakistan, pagavano circa 10mila euro per arrivare nel nostro paese, soldi che venivano spartiti tra procacciatori e imprenditori. Quando l'immigrato che aveva pagato arrivava in Italia invece di un lavoro che risultava solo sulla carta, trovava una vita da clandestino, però nel frattempo aveva messo piede nel ricco Occidente. La vicenda per la quale oggi è iniziata la discussione risale a un periodo compreso tra il 2010 e il 2011. L'accusa per i cinque imputati, tra i quali c'è una donna, l'unica italiana, è di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. Il prossimo 6 aprile parleranno i difensori, dopodiché verrà stabilita una ulteriore data per la sentenza.

Carlo Doda